Passeggiate sul Lago di Como – Il Santuario della madonna del soccorso.

Ad Ossuccio si trova Il Santuario della Madonna del Soccorso (Comune di Tremezzina) sulla sponda occidentale del lago di Como. Il Santuario è situato sul declivio della montagna a 400 mt. s/m, di fronte all’isola Comacina.

Il Santuario ha origini antiche come testimoniato anche dalla presenza di una statua lapidea della Madonna datata al 1300.

Il Complesso del Sacro Monte della B.V. del Soccorso di Ossuccio venne dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’umanità nel 2003, insieme agli altri otto Sacri Monti di Piemonte e Lombardia.

Il Santuario può essere raggiunto facendo una piacevole passeggiata di circa mezz’ora ammirando i panorami del lago di Como e ripercorrendo i misteri del Rosario, rappresentati dal vivo nelle quattortici cappelle che fiancheggiano il viale.

Il paese di Ossuccio è collegato con Como attraverso la Strada Regina oppure con i battelli che percorrono il lago.
I pullman possono raggiungere il viale del Santuario seguendo le indicazioni.
Le auto possono salire da Ossuccio e parcheggiare alla quarta cappella.

Vicino al Santuario c’è una Trattoria dove poter consumare il pranzo; per la prenotazione telefonare al numero 0344 56311; cell. 335 6289629, oppure scrivere un’email a: trattoriasantuario@alice.it

Il Santuario della Madonna del Soccorso è aperto tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 18.45

Il viale delle cappelle./strong>

Lungo la mulattiera che porta al Santuario sorgono 14 tempietti baroccheggianti che racchiu­dono le scene rappresentanti i fatti della vita di Gesù e della Madonna ricordati nei misteri del rosario (il 15° mistero è raffigurato in Santuario).

230 statue di terracotta di grandezza naturale raffigurano i personaggi e gli affreschi nelle cappelle le ambientazioni.

Le cappelle, realizzate tra il 1635 e il 1710, sono veri capolavori d’arte degli stuccatori della scuola intelvese. Autore principale ne è lo stuccatore Agostino Silva, di Morbio (1620-1706), artista che lavorò sia nella diocesi di Como sia altrove, come ad Assisi e a Urbino, e nelle cappelle del Sacro Monte di Varese.
lavorarono nelle cappelle come pittori Carlo Gaffuri, Francesco Innocente Torriani e Paolo Recchi.

Per informazioni http://santuariosoccorso.blogspot.com/

Passeggiate – Il Santuario della Madonna del Soccorso.

Leave a Reply